Milan, la Uefa boccia il voluntary agreement: i dettagli

0
20

Milan MILAN, LA UEFA BOCCIA IL VOLUNTARY AGREEMENT – Cattive notizie arrivano da Nyon per il Milan. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, l’Uefa avrebbe deciso di bocciare il piano presentato da Fassone per il cosiddetto voluntary agreement. Il Milan a questo punto dovrà sottostare al regime di settlement agreement, lo stesso piano a cui hanno dovuto aderire Roma e Inter per rispettare le regole del Fair Play finanziario.

LE CAUSE

Il Milan con l’amministratore delegato Marco Fassone ha presentato un piano che prevedeva diversi scenari futuri, sia quello della qualificazione in Champions, sia la totale assenza dalle coppe europee. Ma l’Uefa vuole vederci chiaro in merito al progetto di Yonghong Li, la cui entità patrimoniale resta ancora non totalmente svelata. A questo va aggiunto il debito con il fondo americano Elliott, che non ha ancora trovato una soluzione certa per il rifinanziamento. Per questo motivo il massimo organo calcistico europeo ha preferito frenare il Milan.

LE CONSEGUENZE

Il Milan a questo punto verrà sanzionato dall’UEFA. Con il settlement agreement queste sanzioni sono calmierate e prevedono limitazioni nella rosa, nelle spese sul mercato. Nella peggiore delle ipotesi, il Milan rischia un’esclusione dalle coppe, ma resta al momento un’eventualità remota che la società rossonera non prende in considerazione.