Squalificati e diffidati 38^ giornata Serie A 2015/2016

0
764

squalificati serie aIl giudice sportivo dott. Gianpaolo Tosel ha pubblicato il comunicato n.225 col quale ha reso noto i nomi degli squalificati per l’ultimo turno di Serie A che si disputerà tra Sabato e Domenica.
Sono in totale 20 i calciatori che salteranno la 38^ giornata, 5 quelli espulsi direttamente dall’arbitro: Alex Sandro (Juventus), Biglia Lucas (Lazio), Diawara Amadou (Bologna), Djordjevic Filip (Lazio) e Vives Giuseppe (Torino); ben 15 quelli invece che hanno raggiunto la quinta sanzione: Albiol Raul (Napoli), Berardi Domenico (sassuol), Bovo Cesare (Torino), Buchel Marcel (Empoli), De Maio Sebastian (Genoa), Handanovic Samir (Inter), Kuzmanovic Zdravko (Udinese), Letizia Gaetano (Carpi), Lollo Lorenzo (Carpi), Oikonomou Marios (Bologna), Pasqual Manuel (Fiorentina), Perisic Ivan (Inter), Poli Fabrizio (Carpi), Romagnoli Simone (Carpi) e Valero Borja (Fiorentina).
Sono invece 11 i giocatori che sono entrati in diffida: Calabria Davide (Milan), Crivello Roberto (Frosinone), Fernando (Sampdoria), Helander Filip (Hellas Verona), Kragl Oliver (Frosinone), Morganella Michel (Palermo), Nagatomo Yuto (Inter), Parolo Marco (Lazio), Pasciuti Lorenzo (Carpi), Radovanovic Ivan (Chievo Verona), Suso (Genoa).
Riepilogando i calciatori indisponibili nella 38^ giornata sono:
– Albiol (Napoli);
– Alex Sandro (Juventus);
– Berardi (Sassuolo);
– Biglia (Lazio);
– Bovo (Torino);
– Buchel (Empoli);
– De Maio (Genoa);
– Diawara (Bologna);
– Djordjevic (Lazio);
– Handanovic (Inter);
– kuzmanovic (Udinese);
– Letizia (Carpi);
– Lollo (Carpi);
– Oikonomu (Bologna);
– Pasqual (Fiorentina);
– Perisic (Inter);
– Poli (Carpi);
– Romagnoli (Carpi);
– Valero Borja (Fiorentina);
– Vives (Torino).

Marco Guido


CONDIVIDI
Articolo precedenteCalciomercato Milan, Abbiati lascerà la carriera da calciatore: domani l’ultima partita!
Articolo successivoIndisponibili e squalificati 38^ giornata Serie A 2015/2016
Ho giocato a calcio fin dall'età di 5 anni a livello dilettantistico tra la prima e la terza categoria modenese, fino a quattro anni fa quando la seconda rottura del legamento crociato del ginocchio e la contemporanea nascita della mia bimba mi hanno fatto optare per smettere col calcio giocato. Da allora mi sono dedicato alla scrittura, sul gioco più bello del mondo ed in particolare al fantacalcio che pratico con grande passione da più di 15 anni.