Inter, buone notizie dall’UEFA: promossa al Fair Play Finanziario, evitata sanzione da 7 milioni

0
256

INTER, BUONE NOTIZIE DALL’UEFA – Nonostante una stagione non particolarmente esaltante, l’Inter, guidata ora dal gruppo cinese Suning, sta cominciando a far quadrare i conti al di fuori del terreno di gioco. Una buona notizia infatti arriva dall’UEFA e dal Club Financial Control Body: sono stati infatti raggiunti gli obiettivi nel Settlement Agreement firmato nel 2015 per rientrare nei limiti di 30 milioni di deficit per il periodo fiscale 2016.

Questa la comunicazione apparsa sul sito ufficiale del club nerazzurro: “F.C. Internazionale ha ricevuto quest’oggi la comunicazione dall’UEFA e dal Club Financial Coltrol Body di aver raggiunto gli obiettivi stabiliti nel Settlement Agreement firmato nel 2015 di rientrare nei limiti dei 30 milioni di deficit per il periodo fiscale 2016. Grazie a questo risultato il Club non sarà soggetto al pagamento di ulteriori 7 milioni di euro, che sarebbero stati trattenuti dalle entrate”. Il club nerazzurro comunica poi un altro importante risultato a livello economico: “Rispetto al risultato del 2015, la società è passata da un deficit di 110 milioni al raggiungimento della quota stabilita con l’UEFA; stando al Settlement Agreement, il Club dovrà raggiungere il pareggio di bilancio entro giugno 2017″.

L’Inter dunque può guardare più serenamente al futuro, e già questa estate, in sede di calciomercato il gruppo Suning potrà dare sfogo a tutta la propria potenza economica, senza vincoli o limiti dettati dal Fair Play Finanziario. Una buona notizia, in un’annata vissuta sul campo tra mille turbolenze.